See PRO editionSee PRO edition

See PRO editionSee PRO edition

Menu

CIVM - Pedavena-Croce d'Aune 2018 - Riva-Style

Se l'anno scorso il principale problema era il freddo di Ottobre, non si può certo dire che lo spostamento a cavallo tra Agosto e Settembre abbia sortito l'effetto sperato. Ancora ultima tappa, ma questa volta della stagione "regolare" del CIVM, la Pedavena-Croce d'Aune numero 36 ha traghettato il territorio bellunese da una settimana di caldo estivo verso due giorni di continue scariche di pioggia che hanno decisamente alzato il livello di difficoltà dei già ostici 7.8 km da ripetere due volte.

Le adesioni alla gara pedavenese sono andate oltre ogni rosea aspettativa, con la concessione di una deroga per permettere agli Amici della Pedavena-Croce d'Aune di festeggiare la cifra record di 291 iscritti: come a Verzegnis, per cercare di contenere al massimo tanto i tempi della manifestazione quanto il malcontento generato l'anno scorso tra i concorrenti delle Autostoriche, è stato deciso di eliminare un turno di prova di queste ultime, limitando il tutto a tre passaggi. Mentre Antonio Scappa festeggiava in anticipo il suo titolo italiano in Racing Start e Christian Merli si involava verso il suo primo titolo europeo in Slovenia, l'occasione per Omar Magliona era ghiotta per incrementare gratuitamente il suo vantaggio nella lotta per il titolo italiano assoluto, che il sardo si sta contendendo proprio col trentino... ma l'acqua caduta nel feltrino ha, come già detto, scombinato le carte in tavola fin dalle prove del sabato.

Pur vantando comunque la vittoria assoluta della gara, fatto già di per sé da rimarcare visto il distacco di oltre 8 secondi dopo la prima manche, a Omar Magliona (Norma M20FC) è andata solo la vittoria di Gara 2, con Gara 1 che finisce nelle mani del bravo Ivan Pezzolla (Osella PA21 Junior). Terzo gradino del podio per Domenico Cubeda (Osella FA30), davanti a Francesco Conticelli (Osella PA2000) e Michele Fattorini (Osella FA30), con la chiusura della classifica dei migliori 10 affidata nell'ordine a Rosario Iaquinta (Osella PA21 Evo), Marco Jacoangeli (BMW Z4 GT3), Mauro Soretti (Subaru Impreza), Daniele Pelorosso (Renault Clio Proto) e Antonino Migliuolo (Mitsubishi Lancer Evo IX).

GRUPPO E2-SS
3000: Domenico Cubeda vince su Michele Fattorini e il rientrante, dopo 5 anni di stop, Tiziano Ferrais (Lola B02/50). Ritiro all'uscita del penultimo tornante, in Gara 2, per Diego Degasperi. (gli altri su Osella FA30)
2000: Gino Pedrotti (Tatuus F.Renault) conclude davanti a Samuele Cassibba (Tatuus F.Master) e Graziano Buttoletti (Dallara F310). Ritirato Fabio Frusconi (Dallara F301).
1600: Federico Liber (Gloria C8P Evo) vince davanti ad Enrico Zandonà (Reynard 883) ed Andrea Parisi (Gloria C8F).
1000: Mirko Venturato (Gloria C8F) vince, Fabrizio Bizzarini (Gloria Kit 2003) si ritira.

GRUPPO E2-SC
3000: Omar Magliona (Norma M20FC) chiude davanti a Vincenzo Conticelli (Osella PA30). Non conclude la gara Renzo Meneghetti (Lucchini P1 06).
2500: Franco Manzoni (Osella PA21 Evo) non conclude la gara del suo rientro.
2000: Vittoria per Francesco Conticelli (Osella PA2000), ritiro per Renato Sartoretto (Osella PA21/S).
1600: Giancarlo Maroni jr. (Osella PA21 Jr/B) vince su Giovanni Angelini e Paolo Venturi. (gli altri su Radical SR4)
1400: Giuseppe Torrente (Radical Prosport) ha la meglio su Filippo Ferretti (Radical SR4).
1000: Ivan Pezzolla (Osella PA21 Junior) precede Romano Fortunati (Osella PA21 Jr/B).

GRUPPO CN
2000: Rosario Iaquinta (Osella PA21 Evo) precede nell'ordine Francesco Turatello, Adolfo Bottura (Ligier JS 51) e "Nivola" (CMS 03). Ritirato Stefano Falcetta (Norma M20 Evo).
1600: Ritiro per l'unico iscritto, Andrea Drago (Erberth R3).

GRUPPO E2-SH
+3000: Assolo di Michele Ghirardo (Lotus Exige). Ritirato Abramo Antonicelli (BMW M3 E92), non parte causa incidente in prova Alessandro Gabrielli (Alfa Romeo 4C Picchio).
2000: Vittoria senza avversari per Giuseppe D'Angelo (Renault Clio).
1600: Lo stesso vale per Luca Veldorale (Autobianchi A112 Kawasaki).
1400: Christian Rapuzzi (Polini 04 Suzuki) ha la meglio su Werner Stocker (Fiat 850 Kawasaki). Non concludono la gara Luciano Gallina (Lancia Y10 Suzuki) e Andrea Scopel (Peugeot 106 Suzuki).
1000: Ronny Marchegger (Fiat 500 BMW) vince senza avversari.

GRUPPO E1
+3000: Mauro Soretti (Subaru Impreza) precede Marco Sbrollini (Lancia Delta Evo), Claudio Zucol (BMW 325i E30), Ivano Piccoli (BMW M3 E36) e Nicola Zucol (BMW 318 Compact).
3000: Assolo di Gabriele Mordenti (BMW M3 E36). Non giunge al traguardo Giuseppe Zarpellon (BMW M3 E30).
1600T: Andrea Palazzo (Peugeot 308 Cup) ha la meglio su Vito Tagliente (idem), Deborah Broccolini (Mini Cooper S), Federico Pomaran (Fiat Uno Turbo) e Lorenzo Pavan (Mini Cooper S Proto).
2000: Daniele Pelorosso (Renault Clio Proto) vince davanti a Luigi Sambuco (Alfa Romeo 155 TS) e Damiano Schena (Renault Clio Cup). Ritiri per Denis Mezzacasa (Renault Clio Williams), Maurizio Boschi (Opel Astra Kit), Agostino Iccolti (Skoda Fabia S2000) e Andrea De Stefani (Renault Clio Williams).
1600: Enrico Trolio (Peugeot 106) porta a casa la vittoria precedendo Maurizio Contardi (Honda Civic), Daniel Pauletti (Citroën Saxo), Tiziano Turrin (idem) e "Zio Fester" (Honda Civic). Fermi lungo il percorso Giovanni Regis (Peugeot 106), Sergio Murgia (Citroën Saxo) e Samuele Dessì (Peugeot 205).
1400 MOTO: Nessuno a contrastare Davide Gandini (Peugeot 106 Kawasaki).
1400: Antonino Oddo vince su Raffaele Terlizzi, Alessandro Vettorel e Riccardo Vedovello. Non conclude Bruno Grifoni. (tutti su Peugeot 106)
1150: Vittoria senza avversari per Marco Berardi (Citroën C1).

GRUPPO GT
GT3: Marco Jacoangeli (BMW Z4 GT3) vince su Lucio Peruggini (Ferrari 458 GT3).
Super GT: Tommaso Colella (Ferrari F430 Scuderia) non ha avversari.
GT Cup: Roberto Ragazzi (Ferrari 458 Challenge Evo) precede Sebastiano Frijo (Porsche 991 GT3 Cup) e Stefano Artuso (Ferrari 458 Challenge Evo). Ritiro per Giuseppe Cardetti (Porsche 997 GT3 Cup) e Rosario Parrino (idem).
Super GT Cup: Non conclude la gara l'unico iscritto, Bruno Jarach (Lamborghini Huracan SuperTrofeo).

GRUPPO A
+3000: Leonardo Spaccino (Subaru Impreza WRX) vince, Rudi Bicciato (Mitsubishi Lancer Evo VI) si ritira.
2000: Ivano Cenedese (Renault Clio R3) precede Paolo Parlato (Honda Civic Type-R) e Markus Gasser (VW Golf GTI 16v).
1600: Angelo Guzzetta (Peugeot 106 Rallye) precede nell'ordine Rino Tinella (idem), Roberto Parisi (Renault Clio S1600) e Waifro Lenisa (Skoda Fabia R2). Ritiro per Michele Mancin (Citroën Saxo VTS) ed Alberto Cioffi (Peugeot 206 S1600).
1400: Assolo di Davide Francesco Andriollo (Fiat Panda Kit).

GRUPPO PRODUZIONE EVOLUZIONE
+3000: Vittoria di Kevin Lechner (BMW M3 E36) su Sigi Fedrigotti (Ford Escort Cosworth).
2000: Alessandro Pontin precede nell'ordine Leonardo Cesaro (Fiat Uno Turbo), Daniele Amato, Nicola Dal Col e Angelo De Nale. Ritiro per Luca Antiga. (gli altri su Renault Clio Williams)
1600: Vittoria per Paolo Gilli (Citroën Saxo VTS), davanti ad Alex D'Agostini, "Brik", Marco Maddalozzo, Massimo Tirabassi (Citroën Saxo VTS), Alessandro Gaio, Lorenzo Piazza, Simone Gaio, Matteo Largo, Natalino Medario (Honda Civic VTi), Maverik Boaron (Citroën Saxo VTS) ed Alessandro Tommasini. Non arriva al traguardo Luca Zumiani. (gli altri su Peugeot 106 Rallye)
1400: Martin Sieberlechner (Peugeot 106 XSi) precede Daniel Reato (idem), Angelo Giovannini (Peugeot 205 Rallye), Marco Zuglian (Peugeot 106 Rallye) e Marco Ottaviani (idem). Ritiro per Roberto Cossalter (idem).

GRUPPO N
+3000: Antonino Migliuolo (Mitsubishi Lancer Evo IX) vince davanti a Lino Vardanega (Mitsubishi Lancer Evo X), Lorenzo Mercati (Mitsubishi Lancer Evo IX) e Dennys Adami (BMW M3 E36).
2000: Alex Ferè ha la meglio su Adriano Pilotto. Non arriva Angelo Loconte. (tutti su Honda Civic Type-R)
1600: Fabrizio Vettorel precede Vincenzo Ottaviani (Citroën Saxo VTS), Elia Favaro e Francesco Pazzi. (gli altri su Peugeot 106 Rallye)

GRUPPO PRODUZIONE DI SERIE
2000: Gianantonio Corso (Renault Clio RS) precede nell'ordine Igor De March (Renault 5 GT Turbo), Dario Busin (Renault Clio RS), Ido Barel (Opel Astra GSi 16v), Massimo Cerri (Renault Clio Williams), Walter Cervo (Renault Clio RS), Massimo Pasqualini (idem), Fabio Zanette (Renault 5 GT Turbo), Bruno Boldo (Renault Clio Williams), Nicola Sala (idem) ed Ennio Alberioli (Renault Clio RS). Non prendono il via Mirto Saviane (Renault Clio Williams) e Valter De Riz (Renault 5 GT Turbo).
1600: Harald Freitag vince davanti a Paolo Tomasi (Honda Civic EK4), Manuel De Paoli, Loris Modolo (Citroën Saxo VTS), Igor Consalter, Silvia Mosena e Sara Marchel. Non concludono la gara Remo De Bastiani (Honda Civic EK4) e Alberto Agosti. (gli altri su Peugeot 106 Rallye)
1400: Luciano Acquisti (Peugeot 106 Rallye) ha la meglio su Robert Ratschiller (Peugeot 205 Rallye), Enrico Cescato (Rover 114 GTi) e Giovanni Cuccioloni (Peugeot 106 Rallye).

GRUPPO RACING START
RS+ 1600T: Antonio Scappa precede Ilario Bondioni, Piero Chicco e Flavio Vettoretto. Ritirato Roberto Mogentale, non partito Giacomo Liuzzi. (tutti su Mini Cooper S JCW)
RS+ 2000: Francesco Laffranchi (Renault Clio Cup) vince su Gianluca Grossi (idem), Marco Cappello (Honda Civic Type-R), Roland Gruber (Renault New Clio Cup), Paolo Biccheri (idem) e Luca Attorresi (Honda Civic Type-R). Ritiro per Enrico Bettera (Alfa Romeo 147 Cup) e Riccardo Tanzi (Honda Civic Type-R).
RS+ 1600: Vittoria per Ivan Curto (Renault Twingo R2 Evo), davanti a Marco Magdalone (Honda Civic EK4), Camillo De Stefano (Peugeot 106 Rallye) e Nicola Sartor (Opel Adam Cup). Ritiro per Luca Manera (Citroën Saxo VTS).

- RS 1600T: Valerio Lappani precede nell'ordine Domenico Tinella, Alberto Sartori, Alexander Zardin e Mario Tacchini. Ritirati Antonello Zanin e Stefano Oss Pegorar. (tutti su Mini Cooper S JCW)
RS 2000: Alex Bet (Honda Integra Type-R) vince davanti a Carmelo Fusaro (Peugeot 306 S16), Lukas Bicciato (Honda Civic Type-R), Paolo Milanesi (Renault Clio RS) e Paride Filippi (BMW 320i E36).
RS 1600: Teo Furleo (Peugeot 106 Rallye) vince su Luca Zollet (Citroën Saxo VTS) e Luca Di Giuseppe (Peugeot 106 Rallye). Ritiro per Lukas Kerschbaumer (Citroën Saxo VTS).
RS 1400: Hannes Geier precede Giulia Gallinella, Angelo Martucci, Devis Bernardi e Alessandro Bondanza. (tutti su Peugeot 106 Rallye)

AUTOSTORICHE
5 (Monoposto): Nessun avversario per Giuseppe Viali (Martini F.Seat).
4 (J1/J2/JR): Paul Niederstätter (Renault 5 GT Turbo) precede nell'ordine il rientrante Stefano Lusa (Peugeot 205 Rallye), Marco Dal Fitto (BMW 325i E30), Luciano Bianchin (Porsche 911), Mauro Taverna (Peugeot 205 Rallye), Matteo Nerobutto (Fiat Uno Turbo) e Giovanni Luciani (Fiat Uno 70). Ritiro per Francesco Liberatore (Alfa Romeo 75), Giovanni Ambroso (Osella PA9/90), Stefano Martina (Alfa Romeo 33) e il nostro Stefano Dal Zot (Renault 5 GT Turbo), mentre Tiziano Romano (Bogani SN) non prende il via.
3 (H2/I/IR): Vittoria per Massimo Ronconi (Porsche 930 Turbo), davanti a Giorgio Tessore (Porsche 911), Alessandro Visentin (Fiat 127 Sport), Brunello Chiappini (Fiat X-1/9 Dallara), Roberto Piatto (Fiat Ritmo 75), James Bardini (Fiat 128 Rally), Anton Geier (Opel Kadett GT/E), Otello Ronchi (VW Golf GTI), Vanni Taverna (Autobianchi A112 Abarth), Marco Danese (Fiat X-1/9), Ivano Tonin (Autobianchi A112 Abarth) e Giorgio Bettio (idem). Ritirati Italo Pain (Fiat X-1/9) e Mario Favero (MG B V8), non partiti Giuseppe Castagno (Osella PA5), Lamberto Visentin (Fiat 127 Sport) e Giuseppe Pezzo (Porsche 911).
2 (G2/H1/HR): Podio di Raggruppamento che è anche quello della classifica assoluta, con "Tony" Fassina (Lancia Stratos HF) davanti a Brando Motti, Giampaolo Basso, Pierluigi Grassetto, Silvio Andrighetti (Lancia Stratos HF), Marco Stella (Alfa Romeo Giulia Sprint), Luigi Pellanda (BMW 1600 Ti), Flavio Furlan (Opel Ascona SR), Roberto Bordignon, Antonio Orsolin, Giampiero Zampieri, Loris Cercenà (Lancia Fulvia HF), Luca Zanella (Fiat 128), Ugo Tonello (Opel Ascona SR), Dario Guidolin (Lancia Fulvia Montecarlo), Serena Bianchin (Fiat 124 Abarth), Raffaello Carpenè (Fiat 128 Coupé) e Mirto Maria Tonello (Alpine Renault A110). Ritiro per Giuliano Palmieri (De Tomaso Pantera), Luciano Zen (Alpine Renault A110), Salvatore Fazio Tirrozzo (Fiat 128 Coupé), Paolo Donati (Fiat 128) e Maurizio Leonardelli (Fiat Giannini 650). (gli altri su Porsche 911)
1 (A/B/C/D/E/F/G1/GR): Luciano Rebasti (Fiat Abarth 1000) precede nell'ordine il figlio Roberto (idem), Guido Vettore (BMW 2002 Ti), Francesco Tignonsini (Fiat Abarth 1000), Daniele Camparmò (Fiat 850 Coupé), Georg Prugger (Alta Sports) e Nicola Fortuna (Lancia Fulvia Zagato). Ritirati Silvia Fochesato (Fiat Abarth 1000), Harald Mössler (Steyr Puch Bergspyder), Mauro Manente (Austin Healey Sprite), Valter Canzian (Ford Cortina Lotus) e Marino Fochesato (Fiat Abarth 1000), mentre non parte Amedeo Francescon (Abarth 1000 Bialbero).