See PRO editionSee PRO edition

See PRO editionSee PRO edition

Menu

TIVM Nord - Trofeo Vallecamonica 2018 - Tibi05

Sempre e comunque ricominciare, di nuovo e da zero.

Di nuovo, perché nel 2017 il Trofeo Vallecamonica, dopo aver assaporato di nuovo la gioia del CIVM a tempo pieno e senza riserve, si è ritrovato nello spazio di una mezza manche di prove con la faccia a terra, a dover ricominciare tutto da capo. Da zero, perché fino a marzo il mondo delle cronoscalate avrebbe toccato la provincia di Brescia solamente con quello che sarebbe stato un clamoroso ritorno sulle curve della Piancamuno-Montecampione, poi tutto è girato verso l'organizzazione dell'edizione numero 48 della gara sugli 8.8 km, inizialmente tortuosi ma via via sempre più veloci, che nel cuore della Valcamonica separano le cittadine di Malegno e Borno, sulla via verso la Val di Scalve.

Nonostante la validità TIVM, all'appuntamento si sono presentati in 140, 96 moderne e 44 storiche, con poche (ma buone) presenze importanti: a contendersi la vittoria ci pensavano Michele Fattorini e Diego Degasperi, contrastati adeguatamente da Enrico Zandonà, Gino Pedrotti e Stefano Falcetta, senza peraltro dimenticare le vetture coperte di Mauro Soretti e del due volte vincitore Alex Caffi. Le prove vedevano in Fattorini un serio candidato a sollevare il trofeo del primo classificato, ma in gara la sua Osella FA30 ha deciso di piantarlo in asso sul più bello. Via libera, dunque, per Diego Degasperi (Osella FA30), a vent'anni di distanza dal serio incidente che lo vide protagonista con una Suzuki Swift. Il trentino precede con ampio margine Enrico Zandonà (Reynard 883) e Alex Caffi (Porsche 991 GT3 Cup). A ridosso del podio finiscono Mauro Soretti (Subaru Impreza) e Stefano Falcetta (Norma M20), davanti alle due Tatuus F.Renault di Gino Pedrotti e Matteo Aralla. Chiusura della top ten assoluta per Ilario Bondioni (Osella PA21 Jr/B), Adolfo Bottura (Ligier JS 51) e Matteo Sabbadini (Osella PA21 Jr/B).

GRUPPO E2-SS
3000: Diego Degasperi (Osella FA30) ha la meglio su Federico Ducoli (Tatuus F.Abarth). Ritiro, come già detto, per Michele Fattorini (Osella FA30).
2000: Gino Pedrotti (Tatuus F.Renault) precede Matteo Aralla (idem) e Fabio Frusconi (Dallara F301). Incidente, e conseguente ritiro, per Giancarlo Graziosi (Tatuus F.Master).
1600: Vittoria senza avversari per Enrico Zandonà (Reynard 883).
1000: Lo stesso discorso vale per Robert Lanzoni (Gloria C8P).

GRUPPO E2-SC
3000: Giuseppe Presti (Lucchini P2 07) batte Sergio Perasso (Paganucci PRC).
1400: Assolo di Giuseppe Torrente (Radical Prosport).
1000: Ilario Bondioni precede Matteo Sabbadini. (entrambi su Osella PA21 Jr/B)

GRUPPO CN
2000: Stefano Falcetta (Norma M20) vince su Adolfo Bottura (Ligier JS 51) ed Erminio Bonetti (Osella PA21 Evo).
1600: Andrea Drago (Erberth R3) vince senza avversari.

GRUPPO E2-SH
+3000: Michele Ghirardo (Lotus Exige) vince la classe. Non parte Giuseppe Camanini (Porsche 911).
2000: Ritiro per Innocente Chiappini (Lotus Elise).
1000: Vittoria per Ronny Marchegger (Fiat 500 BMW).

GRUPPO E1
+3000: Mauro Soretti (Subaru Impreza) rimane senza avversari, visto il ritiro di Bruno Piantoni (Maserati Ghibli).
3000: Assolo per Carlino Orsignola (Alfa Romeo 155).
1600T: Alberto Cioffi (Peugeot 308 Cup) vince su Lorenzo Pavan (Mini Cooper S Proto).
2000: Damiano Schena (Renault Clio Cup) precede Andrea De Stefani (Renault Clio Williams), Elis Maha (Renault Mégane Maxi) e Christian Mignocchi (Peugeot 207 S2000 Evo). Non parte Denis Mezzacasa (Renault Clio Williams).
1600: Sergio Murgia (Citroën Saxo) vince davanti a "Zio Fester" (Honda Civic).
1400: Angelo Franzoni batte Riccardo Vedovello. (entrambi su Peugeot 106)

GRUPPO GT
GT Cup: Alex Caffi precede Pablo Biolghini, Roberto Ragazzi (Ferrari 458 Challenge Evo), Rosario Parrino (Porsche 997 GT3 Cup) e Carlo Scarpellini. Ritiro per Sebastiano Frijo (Porsche 991 GT3 Cup).

GRUPPO A
+3000: Niente da fare per Stefano Nadalini (Mitsubishi Lancer Evo VIII), stoppato già in prova da noie meccaniche.
2000: Paolo Parlato (Honda Civic Type-R) ha la meglio su Markus Gasser (VW Golf GTI 16v). Non parte Roberto Prandini (Peugeot 306 Maxi), anche lui fermato in prova da un guasto al motore.
1600: Alessio Armeni (Peugeot 106 Rallye) vince su Nicola Demattè (Citroën C2 R2 Max).

GRUPPO PRODUZIONE EVOLUZIONE
2000: Vittoria senza avversari per Giuseppe Zendra (Renault Clio Williams).
1600: Gian Antonio Franzoni (Citroën Saxo VTS) precede Manuel Baisotti (Peugeot 106 Rallye).
1400: Fabio Domenico Branchi ha la meglio su Davide Giudici (Peugeot 106 XSi) e Bortolo Mendeni. (gli altri su Peugeot 106 Rallye)

GRUPPO N
+3000: Dennys Adami (BMW M3 E36) vince senza avversari.
2000: Un solo iscritto (e arrivato) anche in questa classe: Adriano Pilotto (Honda Civic Type-R).
1600: Anche Elia Favaro (Peugeot 106 Rallye) può solo lottare contro il cronometro.

GRUPPO PRODUZIONE DI SERIE
+3000: Non parte l'unico iscritto alla classe, Adriano Andreoli (Ford Escort Cosworth).
2000: Giorgio Mendeni precede Florian Rohregger (Renault Clio Williams), Massimo Pasqualini, Fabio Zendra e Fabio Zanette (Renault 5 GT Turbo). (gli altri su Renault Clio RS)
1600: Paolo Tomasi (Honda Civic EK4) vince su Andrea Gulberti (Citroën Saxo VTS) e Pierino Mino (Peugeot 106 Rallye). Ritiro per Remo De Bastiani (Honda Civic EK4) e Francesco Vaira (Peugeot 106 Rallye).
1400: Robert Ratschiller (Peugeot 205 Rallye) conclude davanti ad Antonio Reghenzani, Francesca Furloni e Mirko Gheza. (gli altri su Peugeot 106 Rallye)

GRUPPO RACING START
RS+ 1600T: Giulio Panteghini precede Maicol Massa, Roberto Mogentale, Antonino Oddo (Renault Clio Cup) e Gianmaria Maffezzoni. (gli altri su Mini Cooper S JCW)
RS+ 2000: Francesco Laffranchi vince su Gianluca Grossi e Roland Gruber. (tutti su Renault Clio Cup)

RS 1600T: Vittoria per Eric Zerla, davanti a Stefano Gheza e Vincenzo Fonte. (tutti su Mini Cooper S JCW)
RS 2000: Alessandro Leidi (Honda Civic Type-R) ha la meglio su Giovanni Ghidini (Renault Clio Sport) e Paride Filippi (BMW 320i E36). Non parte Luciano Moscardi (Renault Clio Sport).
RS 1600: Daniel Reghenzani (Peugeot 106 Rallye) precede Valter Moscardi (Citroën Saxo VTS). Non partito Maurizio Magri (Peugeot 106 Rallye).

GRUPPO LE BICILINDRICHE
BIC-5 700: Ritirato l'unico pilota presente, Marco Galuppini (Fiat 500).

AUTOSTORICHE
5 (Monoposto): Emanuele Aralla (Dallara F390) fa suo il Raggruppamento mancando la vittoria assoluta per meno di un secondo. Dietro di lui si classificano Gina Colotto (Formula Fiat Abarth) e Giuseppe Viali (Martini F.Seat).
4 (J1/J2/JR): Tiziano Romano (Bogani SN) vince davanti a Fabio Borboni (Fiat Ritmo 130 TC), Giuseppe Berardi (BMW M3 E30), Oscar Gadaldi (Renault 5 GT Turbo), Raffaele Terlizzi (Fiat Uno 70), Tiziano Zadra (Fiat 127 Sport) e Piero Lottini (Osella PA9/90), beffato da un testacoda (con incidente) praticamente all'arrivo. Ritiro per Walter Conforti (Ermolli SN), non partiti Mario Tacchini (Fiat Ritmo 125 Abarth) e Maurizio Giovannini (Ford Sierra Cosworth).
3 (H2/I/IR): Il Raggruppamento e l'assoluta delle Autostoriche vanno ad Andrea Fiume (Osella PA8/9), davanti a Giorgio Tessore (Porsche 911), Roberto Strazzeri (idem), Bernardo Giovanni Rizza (Alfa Romeo Alfetta GTV), Alessandro Trentini (Porsche 911), Thomas Giovannini (Fiat Ritmo 75), Brunello Chiappini (Fiat X-1/9 Dallara), Italo Pain (Fiat X-1/9), Roberto Percivale (Triumph Dolomite Sprint), Otello Ronchi (VW Golf GTI), Mario Bergomi (Alfa Romeo Alfasud Ti), Marco Danese (Fiat X-1/9) e Adriano Zaccaria (Triumph Dolomite Sprint). Ritirati Giordano Maffeis (Fiat 127) e Luigi Moreschi (Osella PA7), non partito Remo Decarli (Fiat X-1/9).
2 (G2/H1/HR): Maurizio Sbrilli (Chevron B23) vince il Raggruppamento concludendo terzo assoluto tra le Storiche. Dietro di lui concludono Casimiro Barbieri (BMW 2002 Tii), Paolo Bergia (Alfa Romeo GTAm), Gian Paolo Cavagna (Alfa Romeo 2000 GTV), Renato Benusiglio (idem) e Sara Fiorini (Fiat 128 Coupé).
1 (A/B/C/D/E/F/G1/GR): Giovanni Putelli (Lotus Elan) precede nell'ordine Valter Canzian (Ford Cortina Lotus), Cilio Ravelli Damioli (Lancia Fulvia Coupé), Giorgio Taglietti (Lancia Fulvia Barchetta), Vittorio Novo (BMW 2002 Ti), Luigi Zardini (Fiat Abarth 695), Paolo Bonfanti (Alfa Romeo Giulia) e Stefan Sief (Austin Mini Cooper S). Non conclude la gara Gianni Bondavalli (idem).