See PRO editionSee PRO edition

See PRO editionSee PRO edition

Bergrallye-Cup - St.Andrä-Kitzeck 2019 - Karburo

Tutto sembrava perduto con la morte di Hanspeter Laber: nel biennio 2013-14 quella che era diventata la sua salita (cioè, organizzata dal Laber Racing) si era concessa un paio di edizioni di commiato prese in carico dal team Kötz Racing, che aveva provato a mantenere un elenco iscritti degno di questo nome accogliendo piloti del calibro di Eric Berguerand, Tiziano Riva, Vaclav Janik e Niki Zlatkov (come già in passato anche Lionel Régal) ma si era dovuto poi definitivamente arrendere di fronte allo sforzo che un tale parterre richiedeva.

Nel 2016, però, la St.Andrä-Kitzeck è ripartita sotto la guida del MSK Feisritztal (per intenderci, la scuderia di Rupert Schwaiger) e sotto forma di Bergrallye, assumendo un layout accorciato a 1.69 km (poco più di quanto visto nel 2008) e allungandosi via via fino ad uno di poco più corto rispetto all'ultima edizione "salitara", recuperando il tornante finale e arrivando ad un totale di 2.07 km. Il percorso, ça va sans dire, è quello di un tipico Bergrallye, veloce ma con un paio di staccate al limite e delle curve insidiose dove perfino l'attuale padrone di casa, quest'anno, ha lasciato qualche pezzo della sua Porsche, dovendo poi dichiarare forfait per Rechberg.

Parlando appunto dell'edizione di quest'anno, andata in scena il lunedì di Pasquetta, si può tranquillamente dire che sia stata a senso unico: il solo a scendere sotto il minuto, Karl Schagerl (VW Golf Rallye TFSI-R) ha vinto con ben 4.5 secondi di vantaggio su Werner Hofer (Ford Gabat Escort) e 5.5 su Rupert Schwaiger (Porsche 911 Biturbo), come già detto vittima di un incidente nella terza manche. Ai piedi del podio, in quarta posizione conclude Stefan Wiedenhofer (Mitsubishi Mirage R5 WRT Evo II), davanti a Felix Pailer (Lancia Delta Evolution) e Tom Strasser (VW Minichberger Scirocco). La classifica dei migliori 10 viene conclusa da Werner Karl (Audi S2R quattro), Jürgen Halbartschlager (VW Golf), Didi Sternad (Alfa Romeo 156 STW) e Michael Wels (VW Scirocco 16v).

GRUPPO E1 FIA/E2-SH
Unico iscritto, Bernhard Wilhelm (PRC TR V) è vittima di un guasto che lo costringe al ritiro in seconda manche.

GRUPPO E1 ÖSK/H
+2000 4WD: Karl Schagerl (VW Golf Rallye TFSI-R) vince su Werner Hofer (Ford Gabat Escort), Stefan Wiedenhofer (Mitsubishi Mirage R5 WRT Evo II), Felix Pailer (Lancia Delta Evolution), Werner Karl (Audi S2R quattro) ed Ewald Scherr (Ford Escort Cosworth).
+2000 2WD: Rupert Schwaiger (Porsche 911 Biturbo) conclude davanti a Karl-Heinz Binder (Ford Sierra RS500), Ronald Reiss (Ford Escort), Karl-Heinz Schauperl (VW Käfer), Christoph Rappold (BMW M3 E36) e Daniel Sailer (BMW 328i E30). Ritirato Manuel Seidl (Porsche 997 GT3 Cup).
2000: Tom Strasser (VW Minichberger Scirocco) precede nell'ordine Jürgen Halbartschlager (VW Golf), Didi Sternad (Alfa Romeo 156 STW), Michael Wels (VW Scirocco 16v), Heiko Fiausch (Opel Astra STW), Michael Emsenhuber (VW Corrado 16v), Patrick Trammer (VW Golf Evo 2), Werner Jud (VW Golf II 16v), Hermann Blasl (Opel Gerent Kadett), Matthias Brandl (VW Golf II), Martin Povoden (Renault Mégane) e Georg Stix (Renault Clio Cup).
1600: Rene Warmuth (VW Polo 16v) vince davanti a Dominik Rabl (VW Golf) e Johann Blecha (Suzuki Swift GTi). Ritiro per Günter Strohmeier (Alfa Romeo Alfasud).

GRUPPO A
+2000: Roland Hartl (Mitsubishi Lancer Evo VI) ha la meglio su Manfred Fuchs (Mitsubishi Lancer Evo VIII) e Markus Stingl (Renault 11 Turbo).
2000: Aleš Prek precede Chris-Andre Mayer, Helmut Harrer e Patrick Flechl (Opel Astra GSi 16v). (gli altri su Honda Civic Type-R)

GRUPPO N
+2000: Assolo per Andre Würcher (Subaru Impreza WRX STi).
2000: Michael Auer (Honda Civic Type-R) vince su Markus Raith (idem), Wolfgang Schutting (Renault Clio Williams), Bernhard Riedl (Renault Clio RS), Klaus Demuth (Renault Clio Ragnotti) e Markus Klausberger (Suzuki Swift Sport).

AUTOSTORICHE
+2500: Harald Neuherz (Audi Sport Quattro S1) vince davanti a Gerald Glinzner (Porsche 911), Reinhold Prantl (idem) e Herbert Neubauer (Lancia Delta Integrale 16v).
2500: Mario Krenn (Ford Escort RS) precede August Gratzer (Lancia Beta Montecarlo), Manfred Zöchling (VW Golf GTI), Adi Hochecker (Opel Kadett GT/E) e Franz Haidn (BMW 325ix E30).
1600: Vittoria di Patrick Ulz (Alfa Romeo Alfasud Ti), davanti a Josef Obermoser (idem), Thomas Schütz (Renault 5 Alpine) ed Oliver Obermoser (Alfa Romeo Alfasud Sprint). Non partito Thomas Beutle (VW Golf GTI).
1300: Dominik Neumann (Austin Mini Cooper S) conclude davanti ad Erwin Mandl (NSU TT), Fabio Labner (Austin Mini Cooper S) e Gerd Fischer (Ford Escort GT).