See PRO editionSee PRO edition

See PRO editionSee PRO edition

CIVM - Verzegnis-Sella Chianzutan 2019 - Riva-Style

Ciò che sembrava impossibile, alla fine si è avverato. Una Verzegnis-Sella Chianzutan con poche interruzioni e con il pubblico che alle 17:30 si stava già incamminando verso le auto disseminate al di fuori e lungo il percorso ormai non si vedeva da un bel po' di tempo, ma alla fine è arrivato il 2019 a regalare una gioia allo staff di E4Run, che tutto sommato ha messo insieme una cinquantesima edizione davvero degna di nota, pur mancando i protagonisti della FIA IHCC, i concorrenti cechi - impegnati, tanto quanto Christian Merli e Simone Faggioli, in una Ecce Homo Šternberk in concomitanza causa elezioni europee - e qualche abituale protagonista della montagna italiana che quest'anno ha deciso di restare fermo.

Sono stati comunque 271, in deroga al regolamento ACI, i piloti che si sono dati battaglia lungo i consueti 5.6 km che dal Ponte Landaia portano al valico di Sella Chianzutan: diversi erano i motivi di interesse, cominciando con Denny Zardo e Michele Fattorini alla chiara ricerca di un riscatto dai rispettivi ritiri in Nevegal per passare al debutto in E1 di Harald Freitag jr. su un'Opel Kadett fatta arrivare dalla Svizzera, oltre ad un'altra tappa del tour di esplorazione del Nord Italia di Luigi Fazzino, stavolta impegnato in una classe di fuoco contro Franco Caruso, Danny Molinaro e Giancarlo Maroni, e del percorso di apprendistato di Franco Bertò sulla sua Tatuus F.Abarth. Oltre a loro, il solito festival di cavalli degli Hillclimb Monsters a cui si sono aggiunte le trasformate e rinate Alfa Romeo 4C - tanto la Picchio di Alessandro Gabrielli quanto la Furore di Marco Gramenzi, e le solite sfide col coltello tra i denti nelle varie classi della Racing Start, presenza sempre più dominante tra le vetture Turismo delle salite italiane.

Alla fine il Marziano di Arcade è ritornato sul discorso lasciato aperto nel 2014, sudando nella prima manche contro Michele Fattorini (Osella FA30) ma poi piazzando la zampata nella seconda manche e portando la sua Norma M20FC ex-Magliona alla vittoria. Sul terzo gradino del podio sale il sardo Giuseppe Vacca (Osella PA2000), davanti a Federico Liber (Gloria C8P Evo), Achille Lombardi (Osella PA21 Jr/B) e Piero Nappi (Osella PA30). Chiudono la top ten assoluta Luigi Fazzino (Osella PA21 Jr/B), Danny Molinaro (idem), Giancarlo Maroni (idem) e Franco Caruso (Radical SR4).

GRUPPO E2-SS
- 3000: Michele Fattorini (Osella FA30) vince davanti a Marietto Nalon (Lola B99/50), Hubert Galli (idem) e Giancarlo Graziosi (Lola B99/50 Evo).
2000: Hermann Waldy jr. (Tatuus F.Master) precede Andreas Stollnberger (Dallara F302), Gino Pedrotti (Tatuus F.Renault), Franco Bertò (Tatuus F.Abarth) e Josef Tarmann (Dallara F302).
1600: Federico Liber (Gloria C8P Evo) non ha avversari.
1000: Mirko Venturato (Gloria C8F) ha la meglio su Stefano Crespi (Wolf GB08 Thunder) e Paolo Marcon (Predator's Pc010 Evo).

GRUPPO E2-SC
3000: Denny Zardo (Norma M20FC) precede Piero Nappi (Osella PA30).
2000: Giuseppe Vacca (Osella PA2000) precede Peter Amann (idem), Alexander Frank (PRC S4) e Renato Sartoretto (Osella PA21/S). Ritirati Omar Magliona (Osella PA2000) e Sergio Farris (idem), rispettivamente per problemi tecnici e incidente.
1600: Luigi Fazzino vince su Danny Molinaro, Giancarlo Maroni e Franco Caruso (Radical SR4). (gli altri su Osella PA21 Jr/B)
1400: Achille Lombardi (Osella PA21 Jr/B) conclude davanti a Filippo Ferretti (Radical SR4), Paolo Venturi (Elia Avrio St09/18) e Giuseppe Torrente (Radical Prosport).

GRUPPO CN
Vittoria in solitaria per Rosario Iaquinta (Osella PA21 Evo).

GRUPPO E2-SH
+3000: Alessandro Gabrielli (Alfa Romeo 4C Picchio) precede nell'ordine Mauro Soretti (Subaru Impreza), Benjamin Duller (Ford Fiesta WRC Evo), Michele Ghirardo (Lotus Exige Cup 260), Bruno Piantoni (Maserati Ghibli), Alessandro Pellis (BMW M3 E46) e Abramo Antonicelli (BMW M3 E92).
3000: Vittoria in solitaria per Marco Gramenzi (Alfa Romeo 4C Furore).
1600: Lo stesso discorso vale per Hans Thalmayr (PRC TR IV).
1400: Andrea Scopel (Peugeot 106 Suzuki) ha la meglio su Luciano Gallina (Lancia Y10 Suzuka) e Werner Stocker (Fiat 850 Kawasaki).

GRUPPO E1
+3000: Karl Schagerl (VW Golf Rallye TFSI-R) conclude davanti a Milan Bubnič (Lancia Delta HF Integrale), Werner Karl (Audi S2R quattro), Werner Hofer (Ford Gabat Escort) e Dietmar Oberdorfer (Fiat Bravo HGT).
3000: Andrea Palazzo (Peugeot 308 Cup) ha la meglio su Miroslav Herceg (Renault 5 GT Turbo).
1600T: Deborah Broccolini vince su Paola Pascucci. Ritiro per Vito Micoli (Renault 5 GT Turbo). (gli altri su Mini Cooper S JCW)
- D2000: Ritirato l'unico iscritto, Stephan Ogris (Alfa Romeo 147 JTD).
2000: Vittoria per Tom Strasser (VW Minichberger Scirocco), davanti a Didi Sternad (Alfa Romeo 156 STW), Daniele Pelorosso (Renault Clio Proto), Harald Freitag jr. (Opel Kadett GT/E), Hermann Blasl (Opel Gerent Kadett), Giuseppe D'Angelo (Renault Clio), Andrea De Stefani (Renault Clio Williams), Stefano Miotto (Renault Clio Cup), Paolo Parlato (Renault New Clio Cup), Matevž Čuden (idem), Alex Bet (Peugeot 205 GTi), Sandro Zilli (Renault Clio Cup) e Gottfried Ogris (Alfa Romeo 147 Cup). Ritiro per Egidio Pisano (VW Minichberger Golf), Franz Roider (Ford Mondeo STW) e Romina Bressan (Renault Clio Cup).
1600: Giovanni Regis (Peugeot 106 Rallye) precede Christian Schneider (Peugeot 205 RS16), Sergio Murgia (Citroën Saxo), Gregor Hutter (Alfa Romeo 33) e "Zio Fester" (Honda Civic).
1400: Bruno Grifoni vince davanti ad Antonino Oddo, Riccardo Vedovello, Alessandro Vettorel, Matej Oblak (MG ZR 105), Klemen Trcek (idem), Luca Rossi (Peugeot 205 Rallye), Gašper Klemenc (VW Polo 16v) e Patrik Ruzzier (Fiat Cinquecento Evo II). Ritirato Andrej Prelc (Suzuki Swift GTi). (gli altri su Peugeot 106)

GRUPPO GT
GT3: Luca Gaetani (Ferrari 458 GT3) ha la meglio su Bruno Jarach (Lamborghini Huracán GT3).
GT Cup: Sebastiano Frijo (Porsche 991 GT3 Cup) vince su Stefano Artuso (Ferrari 458 Challenge Evo) e Michele Mancin (idem).
Super GT Cup: Vittoria per Gianni Di Fant (Lamborghini Huracán SuperTrofeo Evo), davanti a Rosario Parrino (idem), Roberto Ragazzi (Ferrari 488 Challenge), Maurizio Pitorri (idem) e Dario Baruchelli (Lamborghini Huracán SuperTrofeo).

GRUPPO A
+3000: Rudi Bicciato precede Roland Hartl. (entrambi su Mitsubishi Lancer Evo VI)
2000: Aleš Prek (Honda Civic Type-R) vince su Ivano Cenedese (Renault Clio RS), Chris-Andre Mayer (Honda Civic Type-R) e Denis Zbogar (Citroën DS3 R3T).
1600: Simon Morandell (Citroën Saxo VTS) conclude davanti a Roberto Parisi (Renault Clio S1600), Fabio Titi (Peugeot 106 Rallye) e Carlo Zinutti (idem).
- 1400: Frank Likovic ha la meglio su Žan Nagode. (entrambi su MG ZR 105)

GRUPPO PRODUZIONE EVOLUZIONE
+3000: Federico Leoni (Subaru Impreza WRX) precede Lorenzo Pavan (Ford Escort Cosworth).
2000: Roberto Boscariol (Renault Clio Williams) vince davanti a Markus Gasser (VW Golf GTI 16v), Leonardo Cesaro (Fiat Uno Turbo) e Antonino Paterniti (Seat Ibiza GTi).
1600: Claudio Comelli (Honda Civic EK4) vince su Michael Cantarutti, Mauro Castellan, Maicol Miani e Francesco De Crignis (Peugeot 106 XSi). Ritirati Massimo Tirabassi (Citroën Saxo VTS), Bruno Boldo e Matthias Minisini. (gli altri su Peugeot 106 Rallye)

GRUPPO N
+3000: Lorenzo Mercati (Mitsubishi Lancer Evo IX) ha la meglio su Peter Marc (idem) e Andre Würcher (Subaru Impreza WRX STi).
2000: Giovanni Lisi (Honda Civic Type-R) vince senza avversari.
1600: Vincenzo Ottaviani (Citroën Saxo VTS) precede Antonio De Luca (Peugeot 106 Rallye), Fabrizio Vettorel (idem), Rocco Errichetti (Citroën Saxo VTS) ed Elia Favaro (Peugeot 106 Rallye).

GRUPPO PRODUZIONE DI SERIE
2000: Vittoria di Marco Cappello (Honda Civic Type-R), davanti a Denis Molinari, Lorenzo Luches, Maurizio Moret, Nicola Mazzolini (Fiat Uno Turbo), Florian Rohregger (Renault Clio Williams), Roberto Peressutti (Peugeot 306 S16) e Wolfgang Schutting (Renault Clio Williams). Ritiro per Andrea Paviotti. (gli altri su Renault Clio RS)
1600: Andrea Crivellaro precede nell'ordine Lukas Bicciato (Honda Civic EK4), Stefano Maso, Remo De Bastiani (Honda Civic EK4), Erik Di Vico, Leny Zanier, Gianluca Cella, Luca Benincà (Citroën Saxo VTS), Arianna Doriguzzi Breatta, Marco Pellegrini, Fabio Scagnetto (Citroën Saxo VTS), Alex Santellani, Luca De Stefani (Citroën Saxo VTS) e Alessio Musig. Non partito Giovanni Blasutto, ritirato Massimiliano Miranda (Citroën Saxo VTS). (gli altri su Peugeot 106 Rallye)

GRUPPO RACING START
RS CUP: Filippo Spinnato (Renault Clio Cup) non ha avversari.

RS+ 1600T: Vittoria per Vito Tagliente, davanti a Salvatore D'Amico, Serafino Ghizzoni, Fabrizio Martinis, Giuseppe Cardetti, Roberto Mogentale e Valentina Boi. Ritiro per Gennaro Manolio e Giacomo Liuzzi. (tutti su Mini Cooper S JCW)
RS+ 2000: Antonio Cardone vince su Gianluca Grossi (Renault Clio RS), Stefan Kraner (idem), Adriano Pilotto e Riccardo Tanzi. Non parte Luca Attorresi. (gli altri su Honda Civic Type-R)
RS+ 1600: Paolo Tomasi (Honda Civic EK4) taglia il traguardo, cosa che non succede a Daniele Filippetti (Citroën Saxo VTS).
RS+ 1400: Assolo di Giovanni Cuccioloni (Peugeot 106 Rallye).

RS 1600T: Oronzo Montanaro precede nell'ordine Marco Magdalone, Angelo Loconte, Matteo Bearzi e Mario Tacchini. Non partito Giovanni Angelini. (tutti su Mini Cooper S JCW)
RS D2000: Vittoria in solitaria per Gianni Loffredo (Mini Cooper Sd JCW).
RS 2000: Antonio Vassallo vince davanti a Giovanni Grasso, Arduino Eusebio, Francesco Cicalese (Honda Civic Type-R), Fabio Zanette (Honda Integra Type-R), Carmelo Fusaro (Honda Civic Type-R), Max Pascolo e Francesco Meret (Alfa Romeo 147 TS). (gli altri su Renault Clio RS)
RS 1600: Francesco Di Tommaso (Citroën Saxo VTS) precede Alessandro Bondanza (Peugeot 106 Rallye) e Mario Osvaldo Iantorno (Citroën Saxo VTS).
RS 1400: Nicola Merli vince su Francesco Costabile (VW Polo 16v), Angelo Martucci e Lucio Del Negro (VW Lupo). Ritirato Hannes Geier. (gli altri su Peugeot 106 Rallye)

GRUPPO LE BICILINDRICHE
BIC-5 700: Assolo di Domenico Tinella (Fiat 500).

AUTOSTORICHE
5 (Monoposto): Luca Mitri (JPE F.Renault Europe) precede Michael Pauscher (PRS F.Ford).
4 (J1/J2/JR): Giovanni Ambroso (Osella PA9/90) vince su Reinhard Sonnleitner (VW Golf Rallye), con i due che salgono anche sui primi due gradini del podio assoluto. Dietro di loro concludono Andrea Romano (BMW M3 E30), Stefano Bosco (Renault 5 GT Turbo), Marco Naibo (Ford Sierra Cosworth), Paul Niederstätter (Renault 5 GT Turbo), Gernot Ralser (Opel Corsa GSi), Alessandro Di Fant (Renault 5 GT Turbo), Luciano Bianchin (Porsche 911), Franz Haidn (BMW 325ix E30), Flavio Furlan (BMW M3 E30), Franco Goatelli (Peugeot 205 GTi), Stefano Martina (Alfa Romeo 33), Matjaz Korosec (BMW 325i E30), Lorenzo Martincich (Peugeot 205 Rallye), Roberto Vincenzi (idem), Anton Popek (Fiat X-1/9) e Adriano Zamolo (Peugeot 205 Rallye). Ritiro per Paolo Deotto (Ford Sierra Cosworth).
3 (H2/I/IR): Vittoria per Gerald Glinzner (Porsche 911), davanti a Werner Forstinger (Ford Escort RS), Christian Renner (Opel Ascona SR), August Gratzer (Lancia Beta Montecarlo), Reinhold Prantl (Porsche 911), Josef Obermoser (Alfa Romeo Alfasud Ti), Paolo De Giacinto (Morris Mini Cooper S), Claudio Manfè (Renault 5 Turbo), Oliver Obermoser (Alfa Romeo Alfasud Sprint), Alessandro Visentin (Fiat 127 Sport), Bojan Strozic (Autobianchi A112 Abarth), Fabio Mangoni (idem) ed Emmanuele Galletta (Alfa Romeo Giulia Sprint). Ritiro per Massimo Ronconi (Porsche 930 Turbo), non parte Karlheinz Stranner (Fiat 131 Abarth).
2 (G2/H1/HR): Rino Muradore (Ford Escort RS) conclude al terzo posto assoluto e vince il Raggruppamento, davanti a Roberto Dal Cin (De Tomaso Pantera), Max Lampelmaier (Ford Escort RS), Werner Olsacher (BMW 2002 Tii), Christian Trimmel (Ford Escort RS), Silvio Andrighetti (Lancia Stratos HF), Serena Bianchin (Fiat 124 Abarth), Loris Cercenà (Lancia Fulvia HF), Andrej Vidmar (MG Midget), Flavio Macorig (Fiat X-1/9), Federico Calligaris (Lancia Fulvia Zagato), Erwin Mandl (NSU TTS), Dario Guidolin (Lancia Fulvia Montecarlo), Roberto Cantarutti (Alfa Romeo GTAm) e Raffaello Carpenè (Fiat 128 Coupé). Ritirato Domen Popek (Fiat Abarth 1000), non partiti Diego Zagolin (Lancia Fulvia HF) e Florian Rottonara (Fiat Giannini 650).
1 (A/B/C/D/E/F/G1/GR): Andreas Gleissner (NSU Bergspyder) precede Fabio Labner (Austin Mini Cooper S), Amedeo Francescon (Abarth 1000 Bialbero), Georg Prugger (Alta Sports) e Italo Sedran (Saab 96 V4). Ritiro per Loris Minen (Porsche 912) e Renzo Juric (Fiat 1100 R).
Slovenia: La regolarità slovena è vinta da Slavko Oletic (Fiat X-1/9), davanti a Aleš Presetnik (Autobianchi A112 Abarth), Urša Presetnik (Autobianchi A112 Élite) e Lina Vidmar (Peugeot 305 GL).