See PRO editionSee PRO edition

See PRO editionSee PRO edition

Menu

CIWRC - Rally San Martino di Castrozza 2019 - Riva-Style

L'appuntamento con la casa del rally, o #theHOMEofRALLY per essere più moderni, si rinnova quest'anno per la trentanovesima volta: tra le montagne del Primiero, già protagoniste del Campionato Europeo in formato mondiale, della categoria cadetta nazionale (prima 2 Litri, poi TIR e TRA) e del CIR, 114 iscritti tra le vetture moderne del Campionato Italiano WRC e le sempre divertenti Autostoriche hanno offerto uno spettacolo di prim'ordine nel weekend del 13 e 14 settembre scorsi.
Gli effetti del maltempo si sono fatti sentire sulle più che mai classiche strade del rally, facendo accorciare di 2 km la "Val Malene" e favorendo la creazione di una nuova prova, la "Murello" che prende il via da Grigno e termina dopo 7 km di misto stretto e tornanti. Invariate, invece, sia la "Cittadina" del venerdì sera che le altrettanto classiche "Manghen" e "Gobbera", per un totale di 115.65 km cronometrati su 353.78 complessivi.

Alla fine delle nove prove speciali in programma, al termine di una lotta serrata hanno prevalso Luca Pedersoli e Anna Tomasi (Citroën DS3 WRC), ai danni di Simone Miele-Roberto Mometti (idem) per 8.5 secondi. Terzo gradino del podio per Paolo Porro-Paolo Cargnelutti (Ford Fiesta RS WRC), davanti ad Andrea Carella-Enrico Bracchi (Skoda Fabia R5), Matteo Daprà-Fabio Andrian (Ford Fiesta RS WRC) ed Efrem Bianco-Dino Lamonato (Skoda Fabia R5). La top ten assoluta viene chiusa da Alberto Roveta-David Castiglioni (Skoda Fabia R5), Giacomo Scattolon-Matteo Nobili (Hyundai i20 R5), Lorenzo Della Casa-Marco Zortea (Ford Fiesta RS WRC) e Giampaolo Bizzotto-Sandra Tommasini (Skoda Fabia R5).

La classifica del rally storico vede la vittoria di Paolo e Giulio Nodari (BMW M3 E30) su Giorgio Costenaro-Lucia Zambiasi (Lancia Stratos HF) e Tony Fassina-Marco Verdelli (idem). A ridosso del podio si attestano Andrea Montemezzo-Andrea Fiorin (Opel Kadett GSi 16v), Lorenzo Delladio-Pietro Ometto (Porsche 911) e Tiziano e Francesca Nerobutto (Opel Ascona 400). Chiusura di top 10 per Riccardo Bianco-Andrea Budoia (Ford Sierra Cosworth), Stefano Lusa-Angelo Osvaldini (Peugeot 205 Rallye), Andrea Marangon-Massimo Darisi (Honda Civic V-Tec) e Alberto Sanna-Alfonso Dal Brà (BMW M3 E30).