See PRO editionSee PRO edition

See PRO editionSee PRO edition

CIZ - Rally del Bellunese 2019 - Riva-Style

È stata dura, ma dopo l'ondata di maltempo che ha costretto la Tre Cime Promotor ad annullare l'edizione 2018, il Rally del Bellunese è tornato più in forma che mai. Invariato il programma già previsto per l'anno scorso, con il prologo della "Oasi Circuit" - al sabato sera - nella zona finale della Valmorel, tre passaggi sulla confermata "Lentiai", il ritorno - in due passaggi - della prova di Cesio e l'unione di "Trichiana" e "Valmorel" in un'unica speciale, la "Melere" di quasi 15 km da ripetere tre volte: il chilometraggio del Bellunese numero 34 ammonta dunque a 82.38 km cronometrati su un totale di 263.56.

Dei 70 iscritti, ben 12 erano le R5: l'acceso scontro per la vittoria finale vedeva come sicuri protagonisti Claudio De Cecco e Marco Signor, senza per questo dimenticarsi di Roberto Righetti e Matteo Luise né tantomeno di Daniele Tabarelli, Stefano Peruch e, perché no, Fabio Sandel. Meno numerosi i rappresentanti delle altre classi, ma in ogni caso pronti a battagliare tra di loro per conquistare una buona posizione nell'assoluta.

La gara ha visto come mattatori indiscussi Marco Signor e Patrick Bernardi (Skoda Fabia R5), vincitori di tutte le PS in programma infliggendo più di un minuto agli inseguitori più vicini, Stefano Peruch-Andrea Budoia (Skoda Fabia R5) e Roberto Righetti-Martina Stizzoli (Citroën DS3 R5). Quarti Daniele Tabarelli-Mauro Marchiori (Citroën C3 R5), davanti a Claudio De Cecco-Jean Campeis (Hyundai i20 R5) e Paolo Menegatti-Christian Cracco (Skoda Fabia R5). Chiudono la classifica dei migliori 10 Matteo Luise-Fabrizio Handel (Skoda Fabia R5), Valter Gentilini-Rudy Pollet (idem), Massimo Vian-Nicola Vettoretti (Ford Fiesta R5) e Fabio Sandel-Silvia Mosena (idem).